Hornsleth in Casa Dell'arte, Albisola, Italy

Danilo Trogu


KRISTIAN von HORNSLETH è arrivato ad Albisola su invito della 1° Biennale di ceramica nell'arte contemporanea, nella primavera del 2000. Poche parole in uno strano esperanto linguistico per capire che l'apparente timidezza dei modi, nascondeva una risolutezza furibonda nell'affrontare il, per lui nuovo, materiale ceramico.

Quella che doveva essere una settimana di lavoro intenso per elaborare il suo primo "lavoro" (F.Y.A.L. Nr. 1) diventò in breve una performance di Kristian volta alla ricerca delle sue radici linguistiche e storiche, utilizzando la terra come medium di conoscenza, e gli elaborati divennero 3, 6, 8, 13

Quello che per me era ormai diventata la Furia Vichinga, non pago di quanto fatto, si presentò il luglio successivo per continuare questa sua personale battaglia con l'inconscio riempiendo il mio studio di nuovi lavori. È straordinaria l'abilità manuale che Kristian rivela, la velocità e la naturalezza con cui dialoga con questo materiale difficile che, come lui dice, aveva utilizzato l'ultima volta a 5 anni nei corsi scolastici.

Il nostro sodalizio, cementato da una sincera amicizia, fa sì che Kristian continui la sua azione artistica modellando sculture d'oro nel mio studio di Albisola due o tre volte all'anno. Col tempo, Kristian sta assumendo (barba e capelli sempre più lunghi) l'aspetto dei suoi antenati Vichinghi, ma finché mio figlio Francesco, che ora ha 7 mesi, continuerà a sorridere al suo apparire, sarà sempre il benvenuto.


Danilo Trogu, Italian artist and ceramist, Casa Dell'arte, Albisola, Italy, 2005


This text was published the first time in the book Fuck You Art Lovers Forever,
Kristian von Hornsleth, Futilistic Publishing, Copenhagen 2005.

You can buy the book on www.hornsleth.com